Finlandia: vietato il commercio dell'HHC

In Notizie su Cannabis Legale e CBD 0 commenti

Dopo l'Austria, che ha vietato la produzione e il commercio dell'HHC, anche la Finlandia si è mossa in tale direzione e, classificando questo cannabinoide come "sostanza stupefacente", ne ha vietato ufficialmente la vendita

Una decisione che, dopo che l'HHC è esploso sul mercato mondiale della cannabis, poiché non legiferato esplicitamente da alcuna legge sulle droghe, sempre più governi si stanno apprestando a discutere. 

HHC: la Finlandia ne vieta ufficialmente il commercio

HHC: la Finlandia lo vieta ufficialmente

L'ispettore senior dell’Agenzia finlandese per i medicinali (Fimea) Katja Pihlainen ha dichiarato al giornale finlandese Yle che la rapida diffusione dei prodotti a base di HHC in oltre 20 Paesi dell'UE hanno fatto preoccupare l‘Osservatorio Europeo delle Droghe e delle Tossicodipendenze (OEDT) e le agenzie degli Stati membri.

"L'HHC è venduto apertamente come un 'sostituto legale' del THC e della cannabis in una gamma di prodotti di marca, e non, molto attraenti, alcuni dei quali sono venduti come 'droghe legali' - si legge da un documento dell'OEDT -  Questi includono la canapa spruzzata o mescolata con l'HHC, così come i vaporizzatori e gli alimenti commestibili (edibili)".

Pihlainen ha espresso la sua preoccupazione in particolare per gli effetti che potrebbe avere l'HHC, in quanto, nonostante la sua sintesi risalga al 1940, gli studi a riguardo sono ancora pochi. “Non sappiamo come influisce sul corpo”, ha affermato l’espettore senior. 

Inoltre, dopo aver dichiarato apertamente che la produzione commerciale di HHC è partita dagli Stati Uniti, dopo che il Farm Bill del 2018 ha legalizzato la canapa industriale contenente fino allo 0,3% di THC, Pihlainen ha sottolineato che, oltre agli studi, manca anche un sistema di controllo che garantisca la qualità dei prodotti commerciati, in quanto, durante la preparazione, che avviene in maniera completamente autonoma, potrebbero essere aggiunte sostanza chimiche nocive per l’organismo.

Anche la Svezia si appresta a proibire l'HHC

Classificando l'HHC come sostanza stupefacente, la Finlandia ne ha vietato la fabbricazione, l'importazione, lo stoccaggio, la distribuzione e la vendita, consentendone – per ora – solo il possesso e il consumo personale. 

Secondo Pihlainen, anche altri paesi dell'UE si stanno muovendo per vietare l'HHC; tra questi l'Estonia, che ha già dichiarato questo cannabinoide illegale, e la Svezia, che ha già avviato dei provvedimenti che puntano a proibirne la vendita.

L'HHC è legale in Italia?

Spacciati come derivati della canapa, i prodotti ricchi di HHC hanno invaso il mercato mondiale della cannabis, quello italiano compreso. Ma in Italia l'HHC è legale? 

La normativa sugli stupefacenti del nostro Paese non specifica le legalità o l'eventuale illegalità di questo "nuovo cannabinoide". Un vuoto legislativo trasformatosi in terreno fertile per alcuni venditori, che, senza alcuna esitazione, hanno aggiunto questi prodotti tra quelli disponibili per l'acquisto.

Tuttavia, stando al comma 4) del testo unico sugli stupefacenti in Italia (art 14 del dpr 390/90) che recita: Ogni altra sostanza che produca effetti sul sistema nervoso centrale ed abbia capacità di determinare dipendenza fisica o psichica dello stesso ordine o di ordine superiore a quelle precedentemente indicate”, e il comma 6) che in include tutta: “La cannabis indica, i prodotti da essa ottenuti; i tetraidrocannabinoli, i loro analoghi naturali, le sostanze ottenute per sintesi o semisintesi che siano ad essi riconducibili per struttura chimica o per effetto farmaco-tossicologico”, l'HHC dovrebbe considerarsi illegale.

Nonostante ciò, come anticipato, in mancanza di un regolamento specifico la situazione è ancora tutta da chiarire

Articoli Correlati